LDSE

LDSE – Learning Design Support Environment

Esaminando in maniera integrata i diversi approcci teorici al processo di insegnamento/apprendimento, il Conversational Framework modella e articola quelle che sono le principali attività, e le relative criticità, che coinvolgono i docenti e i discenti, offrendo spunto  per la riflessione pedagogica e didattica e, in questo modo, guida l’insegnante a riflettere sul modo in cui le diverse attività possono essere produttivamente organizzate, partendo dal principio che il medium (sia esso digitale o meno) non solo “esegue” il progetto didattico, ma contribuisce ad esso.

Il progetto LDSE, sviluppato dal Knowledge Lab della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Londra diretto dalla prof.ssa Diana Laurillard, vuole sviluppare un supporto che aiuti gli insegnanti a affrontare il momento della progettazione didattica, sia dal punto di vista teorico che da quello tecnologico.

Focus principale del progetto è, infatti, scoprire come usare le tecnologie digitali per supportare i docenti nella progettazione di percorsi di apprendimento centrati sull’uso efficace delle tecnologie (Technology-Enhanced Learning – TEL). IL progetto si basa su quattro assunti chiave:

  1. gli insegnanti faranno sempre più ricorso a TEL;
  2. la comunità docente potrebbe meglio fronteggiare l’innovazione tecnologica e non delegare compiti e responsabilità ad altre professionalità;
  3. lo sviluppo di nuova conoscenza, in questo caso quella inerente la pratica professionale, potrebbe riflettersi nello sviluppo di pratiche riflessive collaborative;
  4. le stesse tecnologie, che stanno cambiando il modo in cui gli studenti apprendono, potrebbero, allo stesso modo, modificare le modalità proprie secondo cui gli stessi insegnanti apprendono. L’importanza dell’apprendimento collaborativo supportato dal computer (Computer-Supported Collaborative Learning – CSCL) è stato per lungo tempo centrale nella riflessione sul rapporto studenti-tecnologie; il progetto parte dalla convinzione che esso è egualmente centrale nello sviluppo professionale dei docenti.

Quindi, malgrado il ruolo chiave che in letteratura è stato attribuito al TEL nel radicale cambiamento di prospettiva educativa, non si è avuto un equivalente sviluppo in termini di ricerca e sperimentazione di software che potessero assistere i docenti nel momento cruciale della progettazione didattica.

In contrapposizione con la progettazione tradizionale dei corsi e delle lezioni, d’altro canto, la natura innovativa del TEL presenta nuove possibilità di progettazione: ad esempio, gli insegnanti hanno bisogno di supporto circa le modalità di introduzione graduale delle tecnologie all’interno delle risorse esistenti, circa le modalità di ri-mediazione del materiale esistente e dell’ottimizzazione del TEL per gli studenti.

A tale proposito, emergono le seguenti riflessioni:

  • Quale tipologia di ambiente digitale può strutturare i docenti come una comunità di pratica che produce innovazione e trae successo dalla progettazione secondo TEL?
  • Quali modelli di progettazione didattica possono essere implementati all’interno di un ambiente digitale?
  • Fino a che punto possiamo adattare gli approcci esistenti alla progettazione di attività di Collaborative Learning?
  • Quali sono le modalità ottimali di rappresentazione della conoscenza nel processo i insegnamento/apprendimento?
  • Qual è il modo più corretto di rappresentare i progetti didattici che possono essere testati, adattati, condivisi e riutilizzati dalla comunità dei docenti?

Il progetto passa attraverso l’analisi delle pratiche dei docenti per ricercare, co-costruire e delineare un ambiente interattivo di progettazione didattica (LDSE) che supporti il processo decisionale dei docenti dalle fondamenta fino alla progettazione di un ambiente per l’apprendimento su misura supportato dalla tecnologia.

Attraverso questo processo di ricerca-azione iterativo, il progetto si propone di rispondere ai quesiti sollevati e riempirli di significato attraverso la costruzione di comunità di docenti che possano collaborare e riflettere sul modo migliore di integrare le tecnologie nella progettazione didattica.


BIBLIOGRAFIA

Laurillard, D., and, Ljubojevic, D. (in print). Evaluating learning designs through the formal representation of pedagogical patterns, Investigations of E-Learning Patterns: Context Factors, Problems and Solutions, Eds. Kohls, C. and Wedekind, J. IGI Global, forthcoming.
Laurillard, D. (2002). Rethinking University Teaching. A conversational framework for the effective use of learning technologies. New York and London: Routledge.


RIFERIMENTO WEB

www.ldse.org.uk

Annunci